30.12.16

2016 I fumetti sul Tubo!



YouTube è il mio secondo televisore, il primo è Netflix.
Sul Tubo è possibile trovare diversi canali che trattano il tema fumetto (mica pizza e fichi!), sono più quelli che parlano prevalentemente di manga ad essere chiari...
Ma, la mia lista è stata molto selettiva: è formata da soli 4 canali che vi consiglio caldamente.
Sono tutti canali attivi che caricano almeno un video a settimana, che interagiscono con i followers, che non si credono "i più megli" anche se lo sono, a mio parere!
Nel 2017 aggiungerò o ci saranno modifiche al mio elenco? Chi vi vivrà vedrà...



Il canale Forbidden Planet Roma è gestito dall'omonima fumetteria di Roma. E' una fumetteria che ha una ragguardevole mole di lavoro (in confronto il mio fumettaro si fa grattare la panza come un Jabba). 
Principalmente il canale ci informa su tutte le uscite di fumetti, sottoforma di un TG. I due conduttori del programma sono Luca e l'insostituibile Ganga. Sono divertenti e competenti questo è il link.



Il canale Gek98 è nato relativamente da poco, Giugno 2016, ma ha già ben più di 1000 iscritti. Gek è un giovane recensore prevalentemente di manga, ma è in continua ricerca ed evoluzione. I suoi video sono divertenti e ritmati, un vero mattatore! Questo il link.



Grizzly's Comics World è un istituzione su YouTube Italia, una sorta di Wikipedia del fumetto versante comics. Avete dubbi da dove o come incominciare a leggere fumetti americani? Desiderate consigli per acquistare le run più significative di un determinato eroe? Questo canale vi sarà utilissimo. Il link.



Altro canale da non perdere è Mad Mitch, la sua competenza è la sua qualità migliore. Lettore onnivoro di fumetti. Critico al punto giusto. Questo il link.



P.S.
Vi ricordo che questo elenco non è in ordine di merito ma semplicemente alfabetico (magari la prossima volta lo farò in ordine analfabetico... come diceva Totò).


Il nuovo sito della Panini Comics!



Da pochi giorni è online il nuovo sito della Panini Comics, ed è veramente fatto bene. Quali sono le novità?
Per iniziare potrete notare che il dominio è modificato: il nuovo indirizzo è comics.panini.it
La particolarità che sarà più utile è sicuramente la versione mobile. Era finalmente ora che il sito della Panini fosse reso più lineare e adatto alla fruizione da smartphone o tablet (ora la maggiore fonte di traffico proviene proprio da questi due dispositivi... addio PC!).


Come vedete dallo screenshot il menu lo trovate in alto a destra. In alto, al centro: la casella di ricerca (che è stata leggermente migliorata dalla versione precedente).


Aprendo la tendina del menu, trovate i fumetti editi suddivisi per collana, la funzione carrello e altre cosine varie.
Scrollando verso il basso, però troverete le novità più succulente!


Sì avete visto bene c'è l'intero catalogo Anteprima disponibile online! Ed è sicuramente una bella novità non credete?
Inoltre trovate le ultime notizie semplicemente e senza troppi giri di click, come accadeva in precedenza...

Trovo che questa della Panini sia la strada giusta. Anche altri editori del fumetto italiano dovrebbero seguire questa scia, ed aggiornare finalmente la loro presenza sul web.

25.12.16

Soulfire, Michael Turner, Serie Completa




Soulfire
Serie completa (2 albi)
Panini Comics
2005


L'ultima serie dell'autore Michael Turner: "Soulfire"! Condizione buona. Ormai fuori stampa da tempo. In omaggio il numero 10 di Fathom dove all'interno è incluso il prequel a Soulfire! 



22.12.16

DK, Astorina



Erroneamente si potrebbe pensare che il mondo dei comics è prettamente made in USA. Fino a due anni fa chi di voi avrebbe pronosticato la mossa di Astorina? La storica CE di Diabolik, infatti, ha portato un progetto molto ambizioso nelle fumetterie di Italia: DK (da non confondersi con Dark Knight di Frank Miller) il Diabolik ultimate (giusto per usare un termine familiare tra i lettori di comics).


La sceneggiatura è stata affidata a Tito Faraci e i disegni al mitico Giuseppe Palumbo
Il taglio tipicamente da comics: nel formato, nella carta e nella colorazione; anche soprattutto nell'utilizzo sapiente delle splash-page (come vedete nell'immagine).
I vari protagonisti oltre al Diabolik altro, sono tutti presenti: Ginko e l'immancabile Eva Kant, almeno graficamente. I loro nomi sono differenti e anche il loro ruolo.


La prima stagione è formata da 4 spillatini, ed è ancora disponibile con l'elegante cofanetto che contiene la cover variant del primo numero.
Astorina ha annunciato che nel 2017 arriverà la seconda stagione, e se la qualità sarà così alta, sono convinto che sarà un successo assicurato.


21.12.16

David Ayer, ancora?



Sapete bene che attualmente sono più soddisfatto del DC Extended Universe (link) che del Marvel Cinematic Universe.
Uno dei motivi principali è la maggiore libertà che hanno i registi dei cinecomics Warner/DC. Forse sarebbe più corretto dire che la Disney/Marvel ha un eccessiva presenza, imponendo scelte o linee guide molto vincolanti.

Che in casa Warner la situazione è più normale lo dimostra un annuncio recente. David Ayer già regista di Suicide Squad sarà regista del nuovo film Gotham City Sirens (le super cattiviche DC) e presumibilmente di Suicide Squad 2!

Mi sarei aspettato una mossa più lungimirante da parte della Warner. C'era da comprendere il perché il film Suicide Squad è stato un successo commerciale:
- E' un film girato bene?
- Ha una sceneggiatura appassionante?
- Si lega perfettamente al tono della continuity del DC Extended Universe?
La risposta è no a tutte e tre le domande. Suicide Squad è stato un film di successo per la sola presenza di Harley Quinn, punto.

Sono completamente d'accordo al giudizio di rottentomatoes.com riguardo al film: 26% (ossia na' mezza monnezza).
Sono altresì consapevole che i comics di base, da quale attingere la storia per il film, non erano un granché. 
Concludendo, la scelta migliore sarebbe stata quella di affidare questi ulteriori due film ad un altro regista. Ma speriamo bene, metti caso che David Ayer si impegni ad eguagliare Snyder e l'imminente Ben Affleck?


20.12.16

Vedova Nera, Phil Noto



Nuova etichetta e nuovo argomento che spesso tratterò qui nel blog. Spesso mi è stato domandato, dopo aver letto qualche mio Editoriale: "Dato che spari a zero su tutto e tutti, in realtà quali sono i fumetti che consigli?".

Ora potrete scoprirlo, e scoprirete che amo leggere di tutto...


Come ho scritto qui amo i fumetti di qualità. Penso proprio che la serie completa (in nove numeri), di cui vi parlo oggi, ne faccia meritatamente parte. 

Vedova Nera è una serie Marvel edita dalla Panini Comics nel 2014, l'intera serie è stata disegnata dal super talentuoso Phil Noto e sceneggiata da Nathan Edmondson
Vedova Nera (da ora in poi Black Widow), è una testata che faceva parte del rilancio editoriale (ma quanti ne ha fatti la Marvel?) denominato Marvel Now!
E' essenzialmente una spy story, densa di colpi di scena e azione. Il consiglio è quella di leggere l'intera run come un unica grande storia, chissà se un giorno verrà riproposta in un formato da graphic novel...



Anche per chi sa poco o nulla di Black Widow, la lettura risulterà piacevole. Attualmente tutti e dieci gli albetti sono disponibili per essere ordinati. Gli attenti diranno: "Ma non hai detto che erano 9?". Sì in realtà sono dieci, ma il decimo numero è slegato dalla continuity della storia presentata. La storia vera e propria si conclude al numero 9!

Per ordinare questa serie dal vostro fumettaro di fiducia, può essere utile dire che fa parte della serie "Marvel Saga 20 in poi", giusto per evitare errori; dato che ora è in corso un'altra serie denominata Vedova Nera, giusto per fare un po' di confusione ;)



16.12.16

Wilder è online dal 10 Gennaio!



Il prossimo anno viene inaugurato da un progetto pregevole per il Fumetto italiano e per il web tutto.
A questo indirizzo wilderonline.com dal 10 Gennaio, avremo la possibilità di leggere fumetti di alta qualità, a colori e ottimizzati per i dispositivi mobili; e storie inedite!
Questo portale è creato da Jacopo Paliaga e French Carlomagno. La coppia Paliaga e Carlomagno sono gli autori di due graphic novel di successo nel 2016, ossia: "Come quando eravamo piccoli" e "Aqualung 1".

Sono convinto che gusteremo storie di qualità, cosa che sul web (onestamente parlando) è difficile trovare a gratis!
Ma quali saranno le storie che verranno pubblicate?
La prima sarà Australia. Una storia post-apocalittica lunga 5 capitoli (di Leonardo Favia e Simone Di Meo).


La seconda sarà Elliot. Un mix tra supereroi e mistery, lunga 6 capitoli (di French Carlomagno e Ludovica Ceregatti).


La terza poi è Black Rock. Western contaminato, lungo ben 10 capitoli (di Dario Sicchio e Jacopo Vanni).



Infine la quarta storia inedita per il lancio di Wilder, sarà: Il cuore della città. Una miniserie in tre parti, disegnata dall'acclamato Giulio Rincione e sceneggiata da Francesco Savino.


Buona lettura ;)

14.12.16

Basta fan!



Tutti li cercano, tutti li vogliono, io li odio.
Parlo dei soggetti denominati fan. Il vocabolario Treccani definisce il termine fan: "Ammiratore fanatico, tifoso, patito di qualcuno o di qualche cosa: i fans della Ferraridella musica jazzle fans dei Beatles".

E' comprensibile che alcune aziende da brand, comprese quelle del Fumetto, puntano ad attirare molti lettori di questo tipo sulle proprie testate. Perché? A differenza dell'appassionato, il fan digerisce tutto e non storcerà mai il naso.
Vi confesso che ho davvero difficoltà a comprendere questa categoria di persone (i fan del Fumetto e non solo).
Il fatto è che personalmente posso avere una preferenza per alcune Case Editrici (CE) tipo per fare un esempio la DC; ma ciò non toglie che non criticherei aspramente scelte idiote. Non sono un seguace, sono un lettore che usa la testa, e dovremmo essere tutti così...

Ecco poi, il motivo che mi porta il sangue alla testa, quando sento frasi del genere: "Sì è vero, questa scelta della Ramengo Editore (nome inventato) è senza senso... però il mio cuore è con loro, come potrei abbandonare le loro testate?" oppure "Perché dovrei comprare fumetti di altri editori, la Ramengo Editore è la migliore!".

Forse alcune CE vorrebbero tutti i loro lettori con una fedeltà così ottusa. Per fortuna i fan non sono così tanti, vedi ad esempio il cambio di rotta repentino nelle vendite dei Comics in USA, passando da una major all'altra.
Forse in Italia siamo più superficiali... speriamo di cambiare presto!


FAQ ZeroComics



D1     Quali sono gli editori che fanno parte del vostro catalogo?
R1     Trovate l'elenco completo a questo link

D2     Esiste solo questa versione online?
R2     Sì, ed è online ogni 15 del mese.

D3     Cliccando sulle immagini degli albi proposti, vengo reindirizzato ad Amazon, ci guadagnate?
R3     NumeroZeroComics.blogspot.it fa parte del programma affiliazione di Amazon. Guadagniamo qualcosina se acquistate. A voi non cambia nulla e ci darete una mano alla gestione del sito ;)

D4     Ho notato che un titolo inserito a catalogo, è esaurito, come mai?
R4     Le scorte di Amazon a volte sono ridotte. Per evitare questo inconveniente, ci accertiamo più volte che i link portino a prodotti disponibili. Se ci è sfuggito, puoi commentare nel post specifico, grazie.

D5     Il catalogo ZeroComics fa riferimento alle uscite del mese in corso?
R5     Per evitare la mancanza di disponibilità e di informazioni del prodotto, il nostro catalogo propone quello che è disponibile su Amazon.it nel mese precedente.

D6     Sono un Editore/Autore, vorrei far parte del vostro catalogo, è possibile?
R6     Certamente! Se i vostri albi a fumetti (in versione cartacea), sono disponibili alla vendita su Amazon, scrivete qui: compomikael@yahoo.com